In seguito ad articoli di stampa apparsi in questi giorni circa Christian Del Vecchio e l’Associazione laicale Amarlis, si comunica che a codesta associazione la Diocesi ha dato in affitto la canonica della Chiesa di Quinzano.

Si precisa inoltre:

1) Tale associazione non ha riconoscimento giuridico dalla Diocesi di Ascoli Piceno;

2) Il Vescovo già aggiornato della situazione ne stava da tempo monitorando le attività (avendo ricevuto diverse segnalazioni sia positive che negative) con grande attenzione e prudenza, come deve agire un Vescovo;

3) Siccome la prassi della Chiesa non è quella di procedere per processi mediatici, il Vescovo e i suoi collaboratori proseguiranno ascoltando chiunque abbia qualcosa da dire per la ricerca della verità nella carità e nel rispetto di ogni persona.

In questi giorni il Vescovo, che sta presiedendo il pellegrinaggio diocesano a Fatima, sta pregando la Madonna per questa e altre necessità diocesane.